Intervista su RisorseOnLine

Autore furleostore 30/03/2015 0 Commenti News,

Accessori per cucina su misura e di qualità acquistabili on line? Con FurleoStore è possibile, da anni nel settore delle cucine made in Italy, ha affiancato alla vendita tradizionale anche quella via web, con una vasta gamma di articoli per cucina, elettrodomestici e soluzioni d’arredo di altissima qualità. Ne parliamo con il Responsabile, L. Furleo Semeraro

  • Da dove vi è nata l’idea di vendere online? La vostra azienda è nativa “digitale” oppure avete anche una esperienza di vendita diretta al pubblico (magari attraverso un negozio su strada)?

Ci occupiamo di cucine da quasi 50 anni. La nostra è un’azienda a conduzione familiare nata nel 1963 che si è evoluta nel tempo sino ad  affiancare al nostro core business (la produzione di cucine artigianali di alta qualità) la vendita on line di accessori e complementi per cucina. Il nostro storico showroom e punto vendita, nonché sito di produzione, è anche la sede operativa (uffici e logistica) del nostro e-commerce. Abbiamo cominciato a vendere on line  quasi per gioco smaltendo alcune rimanenze di magazzino, ma sin da subito ci siamo accorti delle potenzialità della piattaforma digitale e abbiamo quindi assecondato le richieste che in modo naturale provenivano dal mercato. Adesso siamo ad un punto in cui le due piattaforme, punto vendita fisico e negozio on line, si aiutano a vicenda, creando un vero e proprio circolo virtuoso.

  • La concorrenza in rete è tanta: quali sono i vostri punti di forza, in cosa credete di differenziarvi?

La nostra mission è una sola:  la soddisfazione del cliente. Per ottenere la massima gratificazione nell’acquisto da parte del cliente puntiamo innanzitutto ad un servizio di consulenza pre-vendita di altissimo livello tecnico: tutti i dubbi che i potenziali acquirenti ci sottopongono vengono prontamente risolti. L’acquisto di elettrodomestici da incasso, ad esempio, richiede  competenze molto specifiche in relazione agli schemi di incasso, alle caratteristiche tecniche e alle finiture estetiche. Ogni domanda da noi trova sempre una risposta. Naturalmente non trascuriamo l’attenzione alla competitività delle nostre proposte, pertanto siamo sempre attenti a crecare di proporre articoli di qualità a prezzi altamente concorrenziali.

  • Da quante persone è composta la vostra struttura e di cosa si occupano?

Lo staff che si occupa delle vendite on line è composto da 4 persone, che si occupano di aggiornamento del sito, amministrazione, acquisti, magazzino e imballaggio, servizio clienti.  La nostra in ogni caso rimane un’azienda a conduzione famigliare, pertanto rispondiamo direttamente in prima persona ai nostri clienti per ogni tipo di richiesta. Curiamo molto l’aspetto dell’imballaggio in quanto cerchiamo di prevenire danni da spedizione, ragion per cui reimballiamo con specifici rinforzi gli articoli i cui imballi non fossero idonei per l’affidamento ai corrieri.

  •  Quali strumenti di web-marketing utilizzate per promuovervi online (comparatori di prezzo, adv, social, etc)? E quali sono i più performanti?

I clienti soddisfatti sono il migliore veicolo pubblicitario, a cui si aggiungono indispensabili strumenti che servono a dare visibilità al nostro store e alle nostre offerte: comparatori, pubblicità targettizzata on line e promozioni sui social network.

  • Quali sono le tre cose più difficili da gestire di un sito di e-commerce?

La gestione della logistica è molto impegnativa, soprattutto quando  l’offerta è vasta e i fornitori con cui ci si relaziona sono tanti. A questo si aggiunge la velocità nell’evasione degli ordini, molto gradita ai clienti, e la comunicazione chiara ed esaustiva nelle fasi successive alla spedizione della merce (invio dei dettagli della spedizione, il monitoraggio, la risoluzione di eventuali problemi da parte dei corrieri, ecc.).

  • Quali sono i vostri siti/concorrenti di riferimento?

Non ci sono particolari competitor in quanto molto spesso gli articoli da noi proposti non hanno rivali a livello di proposta o di prezzo di vendita. Nel mercato estero invece ci sono realtà più strutturate e consolidate nei confronti delle quali è difficile competere, ma spesso anche se la loro offerta è ampia, non sempre è di qualità, pertanto stiamo riuscendo a crearci una nicchia di mercato anche all’estero.

  • Il vostro settore risente di qualche tipo di stagionalità? Ci sono periodi di vendita particolari?

Le vendite aumentano a primavera e nel periodo natalizio, per ragioni diverse. I picchi di vendita raggiunti nel periodo primaverile sono dovuti al fatto che di solito si sceglie questo periodo per rinnovare alcuni componenti della cucina o per cambiarla; nel periodo pre-natalizio aumentano sensibilmente le vendite di complementi di arredo (tavoli e sedie in primis) dovute ai pranzi e alle cene natalizie, occasioni in vista delle quali spesso i clienti rinnovano questi articoli.

  • Quante volte avete messo mano al vostro sito rispetto alla prima versione?

Il sito è stato aggiornato radicalmente una sola volta proprio nel 2012, soprattutto per renderlo più “social” e per offrire maggiore chiarezza nella mole di informazioni da far pervenire al cliente. Dai feedback ricevuti probabilmente riteniamo che il lifting sia stato gradito alla nostra clientela.

  • Se vinceste alla lotteria e vi trovaste dei soldi in più da investire online, come li impieghereste?

Cureremmo maggiormente le offerte degli articoli “su misura” per i nostri clienti, quelli personalizzabili in alcuni parametri (misure o finiture)  e sicuramente cercheremmo di investire sull’internazionalizzazione della nostra offerta.

  • Cosa manca ancora al commercio elettronico in Italia?

Rispetto alle realtà europee affermate e consolidate (Germania, Francia e Regno Unito) abbiamo un enorme gap da colmare dovuto a vincoli di tipo burocratico, alla scarsa propensione allo shopping on line da parte dei potenziali acquirenti italiani e un sistema di infrastrutture a livello generale inadeguato. Ma questo significa che il nostro commercio elettronico ha ancora moltissime potenzialità da esprimere, pertanto siamo certi che il mercato crescerà  sia nei volumi che nella qualità dell’offerta.

Scrivi un commento